TerremotoTerremoto

La campagna

Il 15 e 16 ottobre 2016, i volontari di protezione civile hanno parlato di rischio terremoto in 350 piazze. Complessivamente sono stati allestiti circa 640 punti informativi in tutta Italia, per sensibilizzare i cittadini sui rischi terremoto, maremoto e alluvione.

Le piazze Io non rischio Terremoto sono state gestite dai volontari delle organizzazioni nazionali di protezione civile Agesci, Ana, Anai, Anc, Anpas, Avis, Anvvfc, Caritas italiana, Cisom, Cives, Cngei, Cri, Era, Fin, Fir-CB, Lares, Legambiente Onlus, Misericordie d’Italia, Nucleo di protezione civile Inps, Prociv Arci,Prociv Italia, Rnre, Ucis, Unitalsi, Vab, e con le associazioni regionali e i gruppi comunali.

Il rischio sismico è stato il primo ad essere portato in piazza fin dall’edizione del 2011, grazie alla collaborazione tra il Dipartimento di Protezione Civile, l’ANPAS- Associazione Nazionale delle Pubbliche Assistenze, l’INGV- Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e il Consorzio ReLUIS- Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica.