Io non rischio è investire nella cultura della prevenzione

Pubblicato il 23/10/2017 in News

-IMG_5820

Si è conclusa il 14 ottobre nelle piazze d’Italia l’edizione 2017 della campagna. I ringraziamenti del capo Dipartimento Angelo Borrelli.

«È stata una bellissima giornata. Migliaia di cittadini hanno potuto informarsi sui rischi presenti nel proprio territorio e conoscere le buone pratiche di protezione civile. Dobbiamo continuare a investire nella cultura della prevenzione». Lo ha affermato il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, al termine della giornata che ha chiuso la VII edizione della campagna “Io non rischio” e durante la quale oltre 5mila volontari sono stati impegnati nelle piazze dei capoluoghi di provincia d’Italia a sensibilizzare i cittadini sui rischi terremoto,  maremoto alluvione.

I ringraziamenti di Borrelli sono stati dedicati innanzitutto alle organizzazioni di volontariato e alle strutture regionali di protezione civile che hanno curato la campagna ed alle amministrazioni locali che «ogni anno di più dimostrano il loro sostegno a “Io non rischio”». Un grazie anche alle amministrazioni dello Stato, alle società di servizi e alle aziende che hanno rilanciato i contenuti della campagna sui siti internet istituzionali e attraverso gli strumenti di comunicazione social.

Ha contribuito ai buoni risultati ottenuti da Io non rischio 2017 anche il lavoro degli organi di informazione, preziosi alleati di una campagna che, come ha dichiarato Borrelli, «nasce dalla convinzione che la conoscenza e la consapevolezza dei rischi che insistono sul proprio territorio siano il primo passo per costruire comunità più resilienti».

Un grazie particolare, infine, «ai tanti testimonial del mondo dello spettacolo, dello sport e della cultura che in queste settimane hanno adottato lo slogan “Io non rischio” svolgendo un ruolo attivo nella promozione della campagna».

Contenuto bloccato! Per la visualizzazione è necessario accettare i cookie.

Grande è stata l’attenzione mediatica dell’evento di piazza Io non rischio, che per la prima volta è stato promosso anche sulle reti televisive e radiofoniche Rai, attraverso uno spot in animazione andato in onda fino al 14 ottobre.

I numeri di Io non rischio 2017 sui social. Dal 13 al 15 ottobre, nei giorni tra la conferenza di lancio della campagna e gli eventi di piazza, sono stati fatti 30 tweet che hanno avuto oltre 75.900 visualizzazioni e generato 593 retweet e 746 mi piace. Nello stesso intervallo di tempo sulla pagina Facebook della campagna sono stati postati 31 contenuti che hanno generato 265.607 visualizzazioni organiche, con una media di 8.568 visualizzazioni per post.
Anche quest’anno, durante la conferenza stampa del 13 ottobre è stato promosso un Tweetstorm che ha permesso all’hashtag dedicato, #iononrischio2017, di posizionarsi al secondo posto nei Trending Topics della giornata.

Sui profili social sono state proposte, quest’anno per la prima volta, 12 Gif con immagini animate di “pillole” sui rischi maremoto, terremoto e alluvione. I messaggi Facebook con Gif hanno raggiunto in media 1.639 persone, con 50 clic di media sui post e 115 interazioni di media con commenti, reazioni e condivisioni.

Altra novità social della VII edizione di Io non rischio sono state le dirette Facebook della conferenza stampa di lancio, degli interventi dei formatori e volontari dalle piazze di Mantova e Lucca e dei saluti e ringraziamenti del capo Dipartimento Angelo Borrelli da Trento e Reggio Calabria.
Racconti dalle piazze “in giallo”, dedicate alla prevenzione dei rischi – infine – hanno popolato anche il profilo Instagram dedicato alla campagna.

Per rivivere i momenti più belli della campagna Io non rischio è possibile sfogliare le gallerie fotografiche cliccando sulle pagine delle piazze 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *