Selezione Volontari Formatori

Link alla Preselezione Online

Seguendo link qui sotto, verrai reindirizzato alla sezione dedicata alla candidatura e preselezione online dedicata agli aspiranti Volontari Formatori Io non rischio. Questa sezione sarà attiva dalle ore 00.01 di venerdì 8 marzo fino alle ore 24.00 di domenica 10 marzo. Prima di presentare la tua candidatura e procedere, ti consigliamo di leggere attentamente le procedure di selezione riportate nei paragrafi successivi. Se lo hai già fatto, clicca sul link e procedi pure alla preselezione.

Sezione per la Preselezione Online

 

Procedure per la selezione di 75 Volontari Formatori per la campagna Io Non Rischio

Il processo formativo nell’ambito della Campagna nazionale “Io non rischio” prevede l’individuazione, attraverso un’apposita procedura di selezione su base regionale, di 75 volontari[1], distribuiti su tutto il territorio nazionale che, dopo aver seguito uno specifico percorso formativo ed aver superato con successo la valutazione finale, assumeranno il ruolo di “volontari formatori” per la Campagna “Io non rischio” 2019.

Fermo restando il numero totale di 75 volontari che saranno selezionati, entro il 19/04/2019 sarà reso noto il numero di volontari da individuare per ciascuna Regione/Provincia Autonoma, sulla base delle singole necessità individuate avendo cura di garantire un’adeguata ed uniforme copertura territoriale. La quota definita da ogni Regione/Provincia Autonoma potrà variare in base a specifiche esigenze territoriali.

I 75 volontari formatori individuati saranno impegnati, nella settimana dal 3 al 9 giugno 2019[2], in una attività di formazione generale che si svolgerà a Roma, e che durerà 3 giornate, secondo un programma che verrà reso noto successivamente. I candidati potranno acquisire altresì, attraverso una piattaforma e-learning, alcune nozioni che saranno propedeutiche alle giornate formative sopra indicate.

Al termine del percorso formativo, quindi, si avrà un unico profilo di formatore, formato su ogni aspetto della Campagna sui temi di tutti i rischi trattati, e con a disposizione gli strumenti necessari per realizzare un efficace percorso di formazione a cascata.

I volontari formatori avranno, infatti, il compito di organizzare e realizzare la formazione a cascata con i volontari delle diverse Organizzazioni di volontariato che parteciperanno alla Campagna, nell’ambito dell’Area territoriale di riferimento. Al fine di facilitare l’organizzazione dell’attività di formazione a cascata, e per omogeneizzare i contenuti da trasmettere, sarà fornito a ciascun formatore un apposito kit con i materiali e gli strumenti da utilizzare.

I volontari formatori, suddivisi in coppie/terne su base territoriale, si occuperanno della formazione dei volontari che parteciperanno per la prima volta alla Campagna, o che comunque tratteranno per la prima volta uno specifico rischio, nonché di supportare eventuali attività destinate ad Organizzazioni di volontariato che hanno già preso parte alla Campagna.

In linea di massima ogni coppia/terna di formatori sarà responsabile della formazione delle piazze della propria Regione che le verranno assegnate. Tuttavia, qualora se ne rappresentasse la necessità, potrà essere chiesto ai volontari formatori di organizzare l’attività anche per piazze di Regioni limitrofe, nonché di supportare eventuali attività analoghe promosse dalla Campagna “Io non rischio”.

Le nuove coppie/terne di formatori cureranno la formazione per la Campagna 2019 insieme ai formatori già attivi (selezione 2015 e 2016) che saranno confermati.

La attività di formazione della Campagna “Io non rischio” si declineranno con un calendario proposto da ciascuna Regione che si svilupperà indicativamente come segue:

  • Tra i mesi di maggio e settembre: supporto alle attività organizzative per le piazze partecipanti alla Campagna 2019;
  • Nel mese di settembre: attività di formazione sulle tematiche generali della Campagna e sui rischi che tratteranno i volontari in piazza;
  • Nel mese di ottobre: partecipazione alla Campagna “Io non rischio”.

Eventuali impegni associativi concomitanti non potranno essere considerati prioritari rispetto all’espletamento delle attività sopra indicate.
[1] Qualora per eventuali necessità si rendesse necessario un numero di formatori superiore a 75, si attingerà direttamente alla graduatoria.
[2] Le date possono essere suscettibili di variazioni per particolari situazioni che non dovessero permettere al Dipartimento della Protezione Civile l’espletamento delle procedure. Qualora ciò si verificasse, ne verrà data tempestivamente comunicazione.

Possono partecipare alla selezione i volontari che alla data di presentazione della domanda abbiano compiuto il diciottesimo anno di età e siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • Essere iscritto ad una Organizzazione di volontariato di protezione civile (Associazione locale o Gruppo comunale), iscritta nell’elenco territoriale della Regione di appartenenza oppure essere iscritto ad una sezione locale di un’Organizzazione nazionale di volontariato di protezione civile, iscritta nell’elenco centrale;
  • Essere presentati dal Presidente dell’Associazione locale, Gruppo comunale o Sezione territoriale dell’Organizzazione nazionale di appartenenza con il modulo in allegato che andrà presentato in sede di colloquio: l’impegno del volontario formatore ricadrà comunque nell’ambito delle attività dell’Organizzazione che ne dovrà condividere e sostenere l’azione;
  • Non essere personale dipendente della Struttura di Protezione Civile a livello Regionale;
  • Buone conoscenze informatiche (pacchetto Office e Internet);
  • Disponibilità a spostarsi nell’ambito della propria Regione/Provincia Autonoma e, se necessario, in quelle limitrofe, per lo svolgimento dell’attività di formazione.

La procedura di selezione dei volontari formatori sarà preceduta da una fase di preselezione on line, attraverso l’accesso all’area dedicata alla selezione del sito “Io non rischio”, che prevede la compilazione di un form costituito da:

  • Una scheda anagrafica dettagliata;
  • Uno spazio dedicato alla descrizione di un “post-it”, ossia di un’esperienza autobiografica come volontario di protezione civile (massimo 3.000 caratteri, spazi inclusi);
  • Un questionario sui temi della Campagna “Io non rischio”, composto da 40 domande a risposta multipla.

La piattaforma per la fase di preselezione on line sarà attiva nei giorni da venerdì 08 marzo a domenica 10 marzo 2019.

Per qualunque difficoltà nell’accesso all’area dedicata alla selezione è possibile inviare una comunicazione all’indirizzo mail info@iononrischio.it.

Il mancato possesso dei requisiti di ammissione o la compilazione del “post-it” (esperienza autobiografica) in maniera non conforme alle specifiche indicazioni comportano la non validità della domanda e quindi l’esclusione dalla selezione.

Per la compilazione del questionario di preselezione è necessario conoscere i principali contenuti della Campagna sintetizzati nei materiali informativi presenti sul sito web “Io non rischio”, in merito ai quali verteranno i quesiti.

I candidati che supereranno la fase di preselezione saranno ammessi al colloquio con un’apposita Commissione di valutazione, composta da rappresentanti degli Enti partner della Campagna (Dipartimento della Protezione Civile, Fondazione CIMA, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica) e da rappresentanti delle Regioni/Provincie Autonome di appartenenza dei volontari. I colloqui si svolgeranno per tutti i candidati presso la sede individuata dalla Direzione regionale di appartenenza secondo un calendario che verrà comunicato.

Sul presente sito “Io non rischio”, nell’area dedicata alla selezione e in calce alla presente pagina web, saranno disponibili tutti i materiali utili per la preparazione sia alla preselezione on line sia al colloquio.

La selezione dei candidati avverrà sulla base dei punteggi assegnati al questionario di valutazione, al “post-it” (esperienza autobiografica) e al colloquio. A tal fine è stata predisposta una scala di valutazione che prevede un punteggio massimo di 110 punti, di cui:

  • 40 punti attribuibili al questionario;
  • 20 punti attribuibili al “post-it” (esperienza autobiografica);
  • 50 punti attribuibili al colloquio.

Preselezione: scaduti i termini per l’accesso alla piattaforma (10/03/2019, ore 24.00), verranno valutati i questionari attribuendo un punteggio da 1 a 40 punti (1 punto per ciascuna risposta esatta). La Commissione individuata in ciascuna Regione/Provincia Autonoma procederà quindi alla valutazione dei “post-it” (esperienze autobiografiche), ai quali attribuirà un punteggio totale da 1 a 20 punti.

La Commissione, sommando i punti assegnati al questionario e al “post-it” (esperienza autobiografica) stilerà, pertanto, una graduatoria provvisoria dei candidati per l’ammissione al colloquio. Al colloquio sarà ammesso un numero di volontari doppio (con l’aggiunta di eventuali pari merito) rispetto alle esigenze della selezione di ciascuna Regione/Provincia Autonoma.

Per superare la fase di preselezione i candidati dovranno comunque aver raggiunto un punteggio non inferiore a 35/110.

Le graduatorie di ammissione al colloquio saranno pubblicate, entro il giorno 22/03/2019, sul sito “Io non rischio” e, per ciascuna di esse, verranno indicati i candidati ammessi al colloquio con la specifica dei punteggi ottenuti al questionario e al “post-it” (esperienza autobiografica).

Colloquio: in questa fase i candidati ammessi dovranno sostenere un colloquio con la Commissione, che li valuterà sui seguenti argomenti, attribuendo un punteggio tra 1 e 50 punti:

  • Concetti generali sulla Campagna “Io non rischio”
  • Il Servizio nazionale della protezione civile
  • Il Volontariato di protezione civile
  • La pianificazione d’emergenza
  • Le attività di informazione e comunicazione
  • I materiali della Campagna (pieghevole e scheda per i rischi terremoto, maremoto e alluvione)

In aggiunta alla preparazione tecnica, in fase di colloquio la Commissione esaminerà anche gli aspetti motivazionali dei candidati, che rappresenteranno una componente fondamentale nella valutazione complessiva, nonché le capacità espositive.

Al fine di accedere al colloquio, i candidati dovranno consegnare alla Commissione l’originale della presentazione del Presidente della propria Associazione/Sezione locale/Gruppo comunale, debitamente compilata e firmata.

Terminati i colloqui, ciascuna Commissione stilerà la graduatoria definitiva, sommando ai punti delle graduatorie provvisorie i punti assegnati al colloquio. Verranno selezionati, per ogni Regione e Provincia Autonoma i volontari che avranno ottenuto i punteggi più alti nelle singole graduatorie secondo i numeri preventivamente richiesti dalle singole Regioni e Province Autonome.

Per essere selezionati i candidati dovranno comunque aver raggiunto un punteggio non inferiore a 70/110.

In caso di pari punteggio, in graduatoria precederà il candidato che avrà ricevuto il punteggio maggiore al colloquio.

Le graduatorie definitive saranno pubblicate, entro il 3 maggio 2019, sul sito “Io non rischio” nonché sui siti istituzionali delle Regioni e Province Autonome, e per ciascuna di esse, verranno indicati i candidati selezionati e quelli non selezionati, con la specifica dei punteggi ottenuti alla preselezione e al colloquio.

  • 8-10 marzo:                      Apertura e chiusura piattaforma per la fase di preselezione
  • Entro il 22 marzo:             Pubblicazione graduatorie di ammissione al colloquio
  • Nel mese di aprile:           Colloqui regionali
  • Entro il 3 maggio:             Pubblicazione graduatorie definitive
  • Tra il 3 ed il 9 giugno:      Attività di formazione generale a Roma (3 giornate)

La pubblicità alla procedura di selezione e dell’apertura dei termini per la candidatura avverranno tramite la pubblicazione di una news sul sito “Io non rischio” e sul sito del Dipartimento della Protezione Civile, nonché sui siti istituzionali delle Regioni e Province Autonome.

Le graduatorie provvisorie di accesso al colloquio e le graduatorie definitive saranno pubblicate sul sito internet “Io non rischio”, nonché sui siti istituzionali delle Regioni e Province Autonome. La data di convocazione al colloquio (che si svolgerà tra l’8 e il 13 aprile) sarà resa nota ai candidati sui siti istituzionali delle Regioni e Province Autonome e tale comunicazione avrà valore di notifica.

Ai volontari selezionati che completeranno il percorso di formazione generale e avranno superato con successo la valutazione finale sarà rilasciato un attestato che certifichi le competenze acquisite e il raggiungimento del ruolo di “volontario formatore” per la Campagna “Io non rischio” 2019.

Le spese sostenute dai volontari che supereranno la fase di preselezione e che dovranno affrontare il colloquio nella sede indicata saranno completamente a carico del Dipartimento della Protezione Civile, con specifiche modalità comunicate alle Segreterie Nazionali delle Organizzazioni di volontariato e alle Direzione Regionali di protezione civile. Tutti gli oneri connessi alle fasi di formazione generale e formazione territoriale saranno altresì coperti dal Dipartimento della Protezione Civile, non gravando pertanto sui  volontari formatori.

Ai sensi dell’art. 13 del Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati  (Regolamento UE n. 2016/679), che indica modalità e finalità del trattamento dei dati personali,  i dati forniti dai partecipanti saranno trattati dal Dipartimento della protezione civile, con sede in Via Ulpiano 11, 00193 Roma, indirizzo PEC protezionecivile@pec.governo.it (Titolare), per la finalità esclusiva di selezione dei formatori e, successivamente, per la gestione del rapporto e per la realizzazione del progetto.

Il trattamento dei dati avverrà con l’utilizzo di procedure anche informatizzate, nei modi e nei limiti necessari per perseguire le predette finalità e, comunque, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, nel rispetto delle previsioni normative, anche europee, in materia di protezioni dei dati personali.

Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione,  pena l’esclusione dalla selezione.

I dati raccolti saranno conservati per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati conformemente a quanto previsto dagli obblighi di legge.

I dati personali conferiti, se necessario per le finalità di cui sopra, potranno essere comunicati:

  1. Ai soggetti cui la comunicazione dei dati debba essere effettuata in adempimento di un obbligo previsto dalla legge, da un regolamento o dalla normativa comunitaria, ovvero per adempiere ad un ordine della Autorità Giudiziaria;
  2. Ai soggetti designati dal Titolare, in qualità di Responsabili ovvero alle persone autorizzate al trattamento dei dati personali che operano sotto la autorità diretta del Titolare o del Responsabile;
  3. Ad altri soggetti terzi, nei casi espressamente previsti dalla legge, ovvero ancora se la comunicazione si renderà necessaria per la tutela del  Titolare in sede giudiziaria, nel rispetto delle vigenti disposizioni in materia di protezione dei dati personali.

I dati personali conferiti non saranno oggetto di diffusione al di fuori degli obblighi di pubblicazione della graduatoria dei selezionati.

Gli interessati godono dei diritti di cui agli artt. 15 e ss. del Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati  (Regolamento UE n. 2016/679), tra i quali il diritto di accedere ai propri dati personali, di chiederne la rettifica, l’aggiornamento e la cancellazione, se incompleti, erronei o raccolti in violazione della legge, nonché il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi.

Il dato di contatto del Titolare del trattamento al quale rivolgersi per esercitare i diritti sopra indicati è il seguente indirizzo PEC protezionecivile@pec.governo.it.

Il dato di contatto del responsabile della protezione dei dati è il seguente indirizzo e-mail : responsabileprotezionedatidpc@protezionecivile.it. L’interessato, qualora ritenga che il trattamento sia avvenuto in modo non conforme al Regolamento, potrà rivolgersi al Garante per la protezione dei dati personali ai sensi dell’articolo 77 del medesimo Regolamento.

Manuale INR per la Selezione dei Volontari Formatori (PDF consultabile e scaricabile)

Pieghevole Alluvione (PDF consultabile e scaricabile)

Scheda Alluvione (PDF consultabile e scaricabile)

Pieghevole Maremoto (PDF consultabile e scaricabile)

Scheda Maremoto (PDF consultabile e scaricabile)

Pieghevole Terremoto (PDF consultabile e scaricabile)

Scheda Terremoto (PDF consultabile e scaricabile)