Procedure per individuazione Volontari Comunicatori INR Scuola

Link alla Preselezione Online

Seguendo link qui sotto, verrai reindirizzato alla sezione dedicata alla candidatura e preselezione online dedicata agli aspiranti Volontari Comunicatori Io non rischio Scuola. Questa sezione sarà attiva dalle ore 00.01 di venerdì 15 marzo fino alle ore 23.59 di domenica 31 marzo. Prima di presentare la tua candidatura e procedere, ti consigliamo di leggere attentamente le procedure di selezione riportate nei paragrafi successivi. Se lo hai già fatto, clicca sul link e procedi pure alla preselezione.

Sezione per la Preselezione Online

Procedure per l’individuazione di Volontari Comunicatori “Io non rischio scuola”

Il Dipartimento della Protezione Civile, le Regioni e Province Autonome e i partner della Campagna “Io non rischio”, promuovono una nuova declinazione nell’ambito della Campagna nazionale “Io non rischio” rivolta al mondo della scuola primaria, che prevede, attraverso un’apposita procedura di selezione, l’individuazione di 411 volontari[1], distribuiti su tutto il territorio nazionale, che, dopo aver seguito uno specifico processo formativo, svolgeranno in alcune classi il ruolo di volontario comunicatore “Io non rischio scuola” per gli anni scolastici 2019-2020, 2020-2021.

Al fine di determinare la distribuzione e il numero di volontari da selezionare, sono state calcolate delle soglie di volontari da individuare per ciascuna Regione sulla base del numero di Istituti Scolastici presenti in ogni Regione.

La ripartizione dei volontari è così individuata:

Abruzzo 3 Lazio 30 Sardegna 10
Basilicata 10 Liguria 8 Sicilia 30
Provincia Autonoma di Bolzano 10 Lombardia 60 Toscana 20
Calabria 20 Marche 25 Provincia Autonoma di Trento 10
Campania 30 Molise 6 Umbria 4
Emilia-Romagna 20 Piemonte 15 Valle d’Aosta 10
Friuli Venezia Giulia 10 Puglia 20 Veneto 60

 

Al termine del processo di selezione, sarà reso noto il numero di volontari effettivo da impiegare per ciascuna Regione/Provincia autonoma, sulla base della distribuzione delle scuole individuate per la declinazione “Io non rischio scuola” per l’anno scolastico 2019 – 2020[2].

 

[1] Il numero dei volontari potrà essere suscettibile di variazione in funzione delle reali necessità.
[2] Il numero dei volontari è stato calcolato in base a soglie stabilite sul numero di edifici di scuola primaria presenti nelle singole Regioni/Province Autonome. Il calcolo è stato effettuato utilizzando i dati del MIUR – Portale unico dati della scuola in riferimento all’A.S. 2017 -2018.

I volontari che intendono candidarsi a ricoprire il ruolo di volontario comunicatore “Io non rischio scuola” dovranno sottoporsi ad una procedura di selezione divisa in due fasi: una di preselezione a distanza e una di selezione in presenza.

I volontari comunicatori individuati dovranno partecipare obbligatoriamente ad una formazione specifica in presenza della durata di circa 2 giorni, orientativamente tra il 13 maggio e il 2 giugno 2019, che si svolgerà nelle sedi delle Regioni/Province Autonome, secondo un programma che verrà reso noto successivamente. La formazione sarà curata dalle Regioni e Province Autonome, in collaborazione con il Dipartimento della Protezione Civile e gli Enti partner della Campagna “Io non rischio”.

Al termine della formazione è previsto almeno un incontro regionale con tutti i volontari della Regione e con tutte le scuole che parteciperanno al progetto, per l’organizzazione logistica delle successive attività. Potranno altresì essere previsti ulteriori incontri direttamente nelle scuole individuate. La partecipazione all’incontro regionale generale è obbligatoria per svolgere l’attività di comunicatore “Io non rischio scuola”.

Il ruolo di volontario comunicatore “Io non rischio scuola” dura due anni scolastici. Le Istituzioni scolastiche in cui svolgere l’attività saranno individuate dagli enti territorialmente competenti.

I volontari comunicatori “Io non rischio scuola”, suddivisi in coppie/terne su base territoriale,  avranno il compito di organizzare e realizzare le attività laboratoriali previste dalla declinazione del progetto con gli alunni delle classi delle scuole individuate, nell’ambito della Regione/Provincia autonoma in cui si trova l’Associazione di appartenenza. Tuttavia, qualora se ne rappresentasse la necessità, potrà essere chiesto ai volontari comunicatori di organizzare l’attività anche per scuole di Regioni limitrofe, nonché di supportare eventuali attività analoghe promosse dalla Campagna “Io non rischio”.

Le attività propedeutiche per la realizzazione del progetto “Io non rischio scuola” si svolgeranno a partire da marzo 2019, per concludersi con le attività in classe entro giugno 2020. Pertanto, dovrà essere assicurato da parte dei volontari comunicatori un impegno continuo per l’intero periodo, che prevede i seguenti momenti:

  • Dal 15 al 31 marzo 2019: invio dei documenti per l’attività di preselezione a distanza.
  • Entro il 12 aprile 2019: pubblicazione graduatorie di ammissione alla fase di selezione in presenza.
  • Tra il 15 aprile e il 5 maggio 2019: attività di selezione dei volontari comunicatori “Io non rischio scuola” che si candideranno su base regionale.
  • Tra 6 e 8 maggio 2019: pubblicazione graduatorie definitive.
  • Tra 13 maggio e 2 giugno 2019: attività di formazione per i volontari comunicatori selezionati sul progetto “Io non rischio scuola”.
  • Tra giugno e settembre 2019: partecipazione ad incontri regionali con le scuole individuate per la condivisione dell’iniziativa e per l’organizzazione logistica delle successive attività con le classi.
  • Da ottobre 2019 a giugno 2020: attività con le classi. Per ciascuna classe assegnata, la coppia o la terna di volontari dovrà svolgere un ciclo di 3 incontri.

Tutte le date possono essere suscettibili di variazioni per particolari situazioni che non dovessero permettere l’espletamento delle procedure. Qualora ciò si verificasse, ne verrà data tempestiva comunicazione.

La partecipazione alle attività sopra citate è da considerarsi da svolgere nella Regione o Provincia Autonoma dove ha sede la propria sezione locale o associazione territoriale in cui si è iscritto il volontario che intende candidarsi. Eventuali impegni associativi concomitanti non potranno essere considerati prioritari rispetto all’espletamento delle attività sopra indicate.

Possono partecipare alla selezione i volontari che alla data di presentazione della domanda abbiano compiuto il diciottesimo anno di età e siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • Essere in possesso del diploma di scuola secondaria superiore;
  • Essere iscritto ad una Organizzazione di Volontariato di protezione civile (Associazione locale o Gruppo comunale), censita nell’elenco territoriale della Regione di appartenenza dove ha sede la propria associazione, oppure essere iscritto ad una sezione locale di un’Organizzazione nazionale di volontariato di protezione civile, censita nell’elenco centrale, che è impegnata anche in maniera specifica sui temi di protezione civile e comunque censita nell’elenco territoriale della Regione di appartenenza dove ha sede la propria sezione locale; le Province Autonome di Trento e Bolzano, in ragione della particolare strutturazione del Volontariato organizzato di protezione civile, possono anche prevedere la partecipazione di Volontari appartenenti al Corpo dei Vigili del Fuoco Volontari previa una specifica formazione prevista sui temi della campagna “Io non rischio”;
  • Essere presentati dal Presidente dell’Associazione locale, Gruppo comunale o Sezione territoriale dell’Organizzazione nazionale di appartenenza con il modello in allegato (Allegato 1 – presentazione del Presidente) che dovrà essere portato in originale in sede di colloquio: l’impegno del volontario comunicatore “Io non rischio scuola” ricadrà comunque nell’ambito delle attività dell’Organizzazione che ne dovrà condividere e sostenere l’azione. Il Dipartimento della Protezione Civile, con le Regioni/Province Autonome e Associazioni Nazionali di Appartenenza, si riserva la facoltà di valutare le candidature pervenute al fine di verificare la validità dei requisiti richiesti. Si rappresenta che tutte le comunicazioni inerenti a “Io non rischio scuola” saranno veicolate per il tramite dell’associazione di appartenenza; sono comunque riconosciute le specifiche peculiarità riconosciute alle Province Autonome che potranno pertanto agire in merito nell’ambito della propria autonomia decisionale;
  • Aver già svolto l’attività di comunicatore in piazza per la Campagna “Io non rischio” per almeno un’annualità tra il 2015 e il 2018. Sono altresì ammessi i volontari che abbiano partecipato ad edizioni precedenti della Campagna, purché abbiano svolto il necessario aggiornamento formativo per l’edizione 2017 o 2018 della Campagna “Io non rischio”. La partecipazione alla Campagna deve essere dimostrata attraverso l’attestato di partecipazione rilasciato per almeno due delle attività fondamentali (formazione e attività in piazza);
  • Possedere buone conoscenze informatiche (pacchetto Office, Internet);
  • Essere disponibili a spostarsi nell’ambito della propria Regione/Provincia Autonoma e, se necessario, in quelle limitrofe, per lo svolgimento delle attività.
  • Non sarà ammesso alla selezione personale impiegato in Uffici di Protezione Civile presso Stato, Regioni, Province, Città metropolitane, Comuni.
  • Il ruolo di volontario comunicatore e il ruolo di volontario formatore della Campagna “Io non rischio” sono compatibili con il ruolo di volontario comunicatore “Io non rischio scuola”.
  • I volontari formatori 2015 – 2016, già selezionati nel ruolo di comunicatori per la sperimentazione del progetto “Io non rischio scuola”, in base alle proprie disponibilità, sono da intendersi confermati per questo ruolo per altri 2 anni.

La procedura di selezione dei volontari comunicatori “Io non rischio scuola” è suddivisa in due fasi, e avverrà a cura di un’apposita Commissione di valutazione composta da rappresentanti del Dipartimento della Protezione Civile, Regioni/Province Autonome, Enti partner della Campagna, con le seguenti modalità:

  • Una fase di preselezione, da effettuarsi tramite l’invio di un video motivazionale (indicazioni nell’Allegato 2 – indicazioni per l’invio del video) e di un curriculum tematico  (Allegato 3 – curriculum tematico), seguendo le indicazioni tecniche che verranno pubblicate nell’apposita sezione del sito “Io non rischio”;
  • Un fase di selezione in presenza, cui accederanno i volontari che avranno superato la fase di preselezione, che potrà comprendere test, attività di gruppo e colloquio.

 

L’invio dei documenti (video e curriculum tematico) per la fase di preselezione è previsto dalle ore 8:00 del 15 marzo alle ore 23:59 del 31 marzo 2019.

Verrà ammesso alla preselezione esclusivamente un solo ed unico invio per ciascun volontario che intenda candidarsi. Non verranno presi in considerazione invii multipli o integrazioni della documentazione. Non saranno accettati invii dei documenti previsti oltre la scadenza fissata. Non è possibile richiedere telefonicamente informazioni sull’esito della procedura. Per qualunque difficoltà nell’invio della documentazione è possibile inviare una comunicazione al seguente indirizzo mail: iononrischioscuola@protezionecivile.it.

Il mancato rispetto dei requisiti di ammissione o la compilazione della documentazione prevista in maniera non conforme alle specifiche indicazioni comportano la non validità della domanda e quindi l’esclusione dalla selezione.

I candidati che supereranno la preselezione secondo i criteri riportati al punto 5 saranno ammessi alla seconda fase di selezione, che si svolgerà in presenza nelle sedi delle Regioni individuate. La seconda fase di selezione si svolgerà tra il 15 aprile e il 5 maggio 2019[1]. La sede individuata per la selezione sarà comunicata contestualmente alla convocazione alla seconda fase di selezione. Non sarà possibile partecipare in date o luoghi diversi da quelli indicati.

[1] Le date possono essere suscettibili di variazioni per particolari situazioni che non dovessero permettere l’espletamento delle procedure. Qualora ciò si verificasse, ne verrà data tempestiva comunicazione.

Attribuzione punteggi

L’individuazione dei candidati avverrà sulla base dei punteggi assegnati a ciascuna prova. A tal fine è stata predisposta una scala di valutazione che prevede un punteggio massimo di 100 punti, di cui:

  • 20 punti attribuibili al video;
  • 20 punti attribuibili al curriculum;
  • 20 punti attribuibili al test;
  • 40 punti attribuibili al colloquio.

Modalità di selezione

Preselezione: scaduti i termini di invio della documentazione (video motivazionale, curriculum tematico), il Dipartimento della Protezione Civile (Ufficio Volontariato e risorse del Servizio Nazionale e Ufficio Promozione e integrazione del Servizio Nazionale), nonché le Regioni/Province Autonome e gli enti partner della Campagna, verificheranno la congruità della documentazione e valuteranno quanto pervenuto attribuendo un punteggio da 0 a 20 punti per ciascun video prodotto e un punteggio da 0 a 20 per il curriculum tematico.

Le Commissioni stileranno una graduatoria provvisoria dei candidati per l’ammissione alla seconda fase di selezione a ciascuna relativa Regione/Provincia Autonoma. Per superare la fase di preselezione i candidati dovranno comunque aver raggiunto un punteggio non inferiore a 25.

Le graduatorie di ammissione alla fase di selezione in presenza saranno pubblicate entro il 12 aprile 2019, sul sito iononrischio.protezionecivile.it e, per ciascuna di esse, verranno indicati i candidati ammessi alla fase di selezione in presenza con la specifica dei punteggi ottenuti. Ai candidati ammessi e non ammessi verrà data anche comunicazione via e-mail.

Selezione: i candidati ammessi dovranno sostenere la fase di selezione in presenza, che si svolgerà in una o più giornate consecutive (in base al numero dei volontari ammessi per ciascuna Regione) nelle sedi delle Regioni/Province Autonome. Le Commissioni valuteranno i candidati attribuendo un punteggio da 0 a 20 per il test,  da 0 a 40 per il colloquio.

In fase di selezione, la Commissione esaminerà anche gli aspetti motivazionali dei candidati, che rappresenteranno una componente fondamentale nella valutazione complessiva, nonché le capacità espositive e relazionali.

Terminata la fase selettiva in presenza, le Commissioni stileranno le graduatorie definitive per ciascuna Regione/Provincia Autonoma, sommando i punti delle graduatorie provvisorie. Verranno selezionati complessivamente i volontari che avranno ottenuto i punteggi più alti nelle singole graduatorie secondo le ripartizioni che saranno successivamente definite. In caso di pari punteggio, in graduatoria precederà il candidato che avrà ricevuto il punteggio maggiore al colloquio.

Le graduatorie definitive saranno pubblicate entro il giorno 8 maggio 2019, sul sito iononrischio.protezionecivile.it e, per ciascuna di esse, verranno indicati i candidati selezionati con la specifica dei punteggi ottenuti. Ai candidati selezionati e non selezionati verrà data anche comunicazione via e mail.

Riepilogo date


Dal 15 al 31 marzo 2019 Invio documentazione per la preselezione
Entro il 12 aprile 2019 Pubblicazione graduatorie di ammissione alla seconda prova in presenza
Dal 15 aprile al 5 maggio 2019 Selezioni in presenza
Tra 6 e 8 maggio 2019 Pubblicazione graduatorie definitive
Tra il 13 maggio e il 2 giugno 2019 Attività di formazione

Diffusione delle procedure di selezione

La pubblicazione delle procedure di individuazione dei volontari comunicatori “Io non rischio scuola” avverrà attraverso la pubblicazione di una news sul sito iononrischio.protezionecivile.it e sul sito del Dipartimento della Protezione civile www.protezionecivile.gov.it. Per garantire la massima diffusione della procedura di individuazione, verrà data comunicazione dell’apertura dei termini per la candidatura tramite la pubblicazione di una news sul sito “Io non rischio” e sul sito del Dipartimento della Protezione Civile, nonché sui siti istituzionali delle Regioni e Province Autonome.

Ai volontari selezionati che completeranno il percorso di formazione generale e che avranno svolto l’attività con le classi sarà rilasciato un attestato che certifichi la partecipazione alle attività di “Io non rischio scuola”.

Le spese sostenute dai volontari che supereranno la fase di preselezione e che dovranno sostenere la seconda fase di selezione nella sede indicata saranno oggetto dell’applicazione degli articoli 39 e 40 del D.Lgs. 1/2018, e gli oneri derivanti saranno a carico del bilancio del Dipartimento della Protezione Civile, ovvero dei bilanci delle Direzioni Regionali/Dipartimenti delle Province Autonome che vorranno concorrere all’onere della spesa, con modalità che saranno successivamente comunicate alle Segreterie Nazionali delle Organizzazioni di volontariato ovvero alle Direzione Regionali/Dipartimenti delle Province Autonome di Protezione Civile. Analogamente anche per gli oneri connessi alle fasi di formazione generale, all’incontro regionale e alle attività in classe sarà garantita l’applicazione degli articoli 39 e 40 del D.Lgs. 1/2018 i cui oneri graveranno sul bilancio del Dipartimento della Protezione Civile, ovvero sul bilancio delle Direzioni Regionali/Dipartimenti delle Province Autonome che vorranno concorrere all’onere della spesa.

Il mancato possesso dei requisiti di ammissione indicati comporta l’impossibilità di poter presentare la propria candidatura.

Eventuali condizioni che rendano incompatibile l’attività del volontario nell’ambito del progetto potrebbero determinare la conseguente esclusione dello stesso.

Ai sensi dell’art. 13 del Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati  (Regolamento UE n. 2016/679), che indica modalità e finalità del trattamento dei dati personali,  i dati forniti dai partecipanti saranno trattati dal Dipartimento della protezione civile, con sede in Via Ulpiano 11, 00193 Roma, indirizzo PEC protezionecivile@pec.governo.it (Titolare), per la finalità esclusiva di selezione dei formatori e, successivamente, per la gestione del rapporto e per la realizzazione del progetto.

Il trattamento dei dati avverrà con l’utilizzo di procedure anche informatizzate, nei modi e nei limiti necessari per perseguire le predette finalità e, comunque, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, nel rispetto delle previsioni normative, anche europee, in materia di protezioni dei dati personali.

Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione,  pena l’esclusione dalla selezione.

I dati raccolti saranno conservati per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati conformemente a quanto previsto dagli obblighi di legge.

I dati personali conferiti, se necessario per le finalità di cui sopra, potranno essere comunicati:

  • ai soggetti cui la comunicazione dei dati debba essere effettuata in adempimento di un obbligo previsto dalla legge, da un regolamento o dalla normativa comunitaria, ovvero per adempiere ad un ordine della Autorità Giudiziaria;
  • ai soggetti designati dal Titolare, in qualità di Responsabili ovvero alle persone autorizzate al trattamento dei dati personali che operano sotto la autorità diretta del Titolare o del Responsabile;
  • ad altri soggetti terzi, nei casi espressamente previsti dalla legge, ovvero ancora se la comunicazione si renderà necessaria per la tutela del Titolare in sede giudiziaria, nel rispetto delle vigenti disposizioni in materia di protezione dei dati personali.

I dati personali conferiti non saranno oggetto di diffusione al di fuori degli obblighi di pubblicazione della graduatoria dei selezionati.

Gli interessati godono dei diritti di cui agli artt. 15 e ss. del Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati  (Regolamento UE n. 2016/679), tra i quali il diritto di accedere ai propri dati personali, di chiederne la rettifica, l’aggiornamento e la cancellazione, se incompleti, erronei o raccolti in violazione della legge, nonché il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi.

Il dato di contatto del Titolare del trattamento al quale rivolgersi per esercitare i diritti sopra indicati è il seguente indirizzo PEC protezionecivile@pec.governo.it.

Il dato di contatto del responsabile della protezione dei dati è il seguente indirizzo e-mail : responsabileprotezionedatidpc@protezionecivile.it. L’interessato, qualora ritenga che il trattamento sia avvenuto in modo non conforme al Regolamento, potrà rivolgersi al Garante per la protezione dei dati personali ai sensi dell’articolo 77 del medesimo Regolamento.