IT - EN




La campagna

L’edizione 2015 di Io non rischio Alluvione si svolge nel weekend del 17 e 18 ottobre in circa 170 piazze. Partecipano le sezioni locali di queste organizzazioni nazionali: Ana, Anai, Anc, Anpas, Anvvfc, Cisom, Cives, Cri, Era, Fin, Fir-CB, Lares, Legambiente onlus, Misericordie d’Italia, Prociv Arci, Prociv Italia, Federazione Psicologi per i Popoli, Rnre, Ucis, Unitalsi, Vab. Inoltre, partecipano associazioni regionali e gruppi comunali di: Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia e Veneto.

La campagna Io Non Rischio Alluvione è stata avviata in via sperimentale nel 2014. L’iniziativa si è svolta sabato 11 e domenica 12 ottobre in undici piazze allestite in altrettanti comuni: Alessandria, Battipaglia (SA), Foligno (PG), *Genova, Jesi (AN), Messina, Milano, Modena, Pisa, Reggio Calabria e Vicenza. Sono stati coinvolti oltre 300 volontari delle sezioni locali di Ana, Anpas, Cri, Lares, Legambiente, delle associazioni regionali e dei gruppi comunali di Calabria, Campania, Emilia Romagna, Marche, Liguria, Lombardia, Piemonte, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto. *A causa dell’alluvione che ha colpito la città di Genova nella notte tra il 9 e 10 ottobre 2014, l’iniziativa in questo Comune è stata annullata.

La campagna Io non rischio Alluvione è promossa e realizzata dal Dipartimento della Protezione Civile, da Anpas, dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e dal Consorzio della Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica, in collaborazione con AIPo – Agenzia Interregionale per il fiume Po, Arpa ER – Agenzia regionale per la prevenzione e l´ambiente dell´Emilia-Romagna, Autorità di bacino del fiume Arno, Cami-Lab – Laboratorio di Cartografia Ambientale e Modellistica Idrogeologica dell’Università della Calabria, Cima – Centro internazionale in monitoraggio ambientale, Irpi – Istituto di ricerca per la Protezione idrogeologica e Ispra – Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale.

Contact Us